Wtorek, 10 Grudzień 2019

Sintomi di recidiva depressiva

20 November 2019

La depressione è una malattia difficile che molto spesso si ripresenta dopo un breve periodo di tempo in cui i sintomi si sono attenuati. Le ricadute depressive si verificano solitamente fino a 6 mesi dopo la cura, ma possono verificarsi anche dopo cinque anni. Pertanto, si dovrebbe sempre essere vigili in modo da poter ricominciare il trattamento, se necessario.

Sintomi caratteristici di depressione ricorrente

I sintomi della ricaduta possono essere praticamente gli stessi di quelli della depressione precedente. Di solito, tuttavia, in questo caso, il paziente si trova a lottare con un senso di colpa e di disperazione ancora più intenso. Sente che tutte le sue precedenti lotte sono state vane. Possono verificarsi anche frequenti sbalzi d'umore e irritabilità. Tuttavia, vale la pena di essere consapevoli del fatto che i sintomi della depressione ricorrente possono essere solo temporanei. Cosi' non devi farti prendere dal panico e perdere la speranza di un domani migliore.

Altri sintomi

Gli altri sintomi sono simili a quelli di qualsiasi altra depressione. Tra questi, in primo luogo e soprattutto:

  • uno stato di umore ridotto a lungo termine,
  • piangere,
  • mancanza di energia,
  • una sensazione di stanchezza,
  • apatia,
  • la riluttanza a impegnarsi nelle attività quotidiane,
  • paura e insegnare l'ansia,
  • disturbi del sonno, insonnia.

Per le persone con depressione ricorrente, è difficile al mattino alzarsi dal letto per eseguire le routine igieniche di routine. Inoltre non ha voglia di mangiare, vestirsi o anche solo di fare sesso. Vede i compiti che ha svolto finora come insensati, troppo difficili o noiosi. Una persona che soffre di depressione ha l'impressione che tutto lo supera, è inutile e rappresenta un inutile fardello per tutti. Il suo senso del valore e dell'attrattiva è a un livello molto basso. Può smettere di prendersi cura della propria salute, della famiglia, della casa e della vita professionale.

Il ripetersi della depressione è spesso manifestato anche da pensieri suicidi onerosi, che possono portare a lesioni autoinflitte o a tentativi effettivi di togliersi la vita. Il malato si sente come se fosse in una situazione di stallo. E' convinto che stavolta nessuno possa aiutarlo. Si sente completamente incompreso, inferiore e isolato, quindi vuole porre fine alla sua vita. In questi casi è di solito necessario iniziare un trattamento farmacologico e una terapia psicologica. Vale la pena per le persone con depressione di poter contare sul sostegno e sulla comprensione dei propri cari.

Come posso aiutare una persona con depressione ricorrente?

La depressione ricorrente è una grande sfida per la famiglia o gli amici del malato. Il ritorno dei sintomi di solito è sorprendente per loro, causando una sensazione di delusione, delusione, delusione, delusione e tristezza. Possono poi cominciare a pensare che il malato finge, cerca di manipolarli o di suscitare misericordia. Tuttavia, vale la pena cercare di mantenere la comprensione e la delicatezza. Allo stesso tempo, non dovete dimenticare voi stessi e le vostre esigenze. Aiutare una persona ad essere depressa può essere noioso, soprattutto se la malattia è accompagnata da pensieri e tentativi suicidi. Anche chi è più vicino al paziente dovrebbe ricordarsi di non assumersi la piena responsabilità. Vale la pena cercare l'aiuto di specialisti - uno psicologo, uno psicoterapeuta e uno psichiatra.